NINA SCAPINELLO

Nina Scapinello

NINA SCAPINELLO - una vita per il teatro

Antonietta Scapinello, per tutti semplicemente Nina, nacque nel giugno del 1929 in Canada, dove la sua famiglia era emigrata in cerca di fortuna. Dei suoi primi anni portò sempre con sé il ricordo del freddo intenso e la grande nostalgia per la terra d'origine che lei trasformò in un forte amore - ricambiato - per Castelfranco Veneto, la campagna e la gente veneta.

 

Maestra elementare, aveva una grande passione per le arti sceniche. Intensa, sensibile, emozionante e anche comica, seppe diventare un'interprete straordinaria di testi del teatro minore veneto e poi delle sue stesse commedie. Dalla sua penna uscì uno spaccato partecipato di una civiltà - quella del mondo contadino - destinata nel giro di pochi decenni a sparire, dopo essere sopravvissuta immutata per millenni conservano valori, credenze e tradizioni.

 

Nel 1972 rimise in piedi la Filodrammatica Guido Negri, la compagnia stabile di Castelfranco Veneto fondata a inizio Novecento e poi, dopo un'intensa attività, addormentatasi per un lungo sonno. Nina, fino alla sua morte avvenuta il 22 settembre del 2002, fu la vera anima della compagnia. Autrice, interprete, a suo modo regista, accompagnò per 30 anni la Guido Negri, che oggi continua la sua missione con i figli teatrali di Nina.

 

NINA SCAPINELLO - il volto e la voce

In questo rarissimo video risalente alla prima metà degli anni novanta, Nina Scapinello intervistata da una televisione locale, racconta la storia della Filodrammatica Guido Negri nel luogo dell’elezione del suo operato: il Teatro Accademico, gioiello della celebre città murata veneta.

GUARDA IL VIDEO DI NINA SCAPINELLO